nonsolorussia.org

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Mercoledì 19 Giugno 2013 22:13

Mostra a Roma "Le affinità dell'opposto" di Olga e Anastasia

Scritto da  nsr
  • Stampa
  • Aggiungi commento

Oggi alle 18:30 a Roma nel Centro Russo di Scienza e Cultura sarà inaugurata la mostra "Le Affinità dell'Opposto" delle giovani artiste Anastasia Kurakina e Olga Volha Piashko. L'esposizione di 30 opere tra le quali alcune eseguite recentemente e mai esposte prima, aventi come tema principale il ritratto, resterà aperta fino al 8 luglio 2013.

Olga-Volkha-Piashko-01-rdIl ritratto è uno dei più antichi generi pittorici che la storia dell'arte ci tramanda, testimonianza e preservazione della memoria umana nel tempo. La mostra "Le Affinità dell'Opposto" è il risultato di un'intensa ricerca sperimentale, un progetto artistico che approfondisce l'espressività umana, nonché le rappresentazioni reali o ideali di volti sconosciuti al grande pubblico, persone che raccontano attraverso gli occhi delle due artiste, la loro contemporaneità.

La straordinaria accuratezza esecutiva di Olga Piashko, che qui sperimenta la sua personalissima tecnica di incisione della tela per ottenere un particolare effetto ottico di figure che affiorano delicate come evocate dal candore della tela, alla quale si contrappone la potente emozionalità dei dipinti di Anastasia Kurakina, di personaggi proiettati in onirici sprazzi d'immaginario che catturano l'inconscio.

"All'Accademia di Roma, negli anni passati ma anche attualmente, si sono avvicendati allievi provenienti da tutte le parti del mondo...Quello più numeroso è il gruppo di studenti russi assieme a quello cinese e iraniano.. Olga e Anastasia sono due pittrici che provengono da scuole artistiche che impostano la didattica in modo rigoroso e fanno del disegno la base di partenza di tutto il lavoro pittorico. Da noi, però, hanno colto un clima più aperto a sollecitazioni contemporanee e sono state capaci di coniugare l'ortodossia didattica appresa in patria con la cultura artistica del nostro paese...
Il senso dell'ironia è una prerogativa importante che caratterizza il loro lavoro..Se penso a personaggi come Maccari e Flaiano o Mazzucarati, quanto manca la loro capacità di sorridere e di sottolineare i propri e gli altrui difetti? Per questo motivo, quando si riesce a trovare artisti, oggi, che riescono a compiere operazioni simili, con garbo e rispettando il mestiere, ci si rallegra. Sono felice di poter testimoniare con queste poche righe la stima nei confronti del loro lavoro. Rammento che tra le tante esposizioni (hanno nonostante la giovane età un curriculum di tutto rispetto) Olga ha vinto il premio d'arte del CONI nell'anno 2012 e Anastasia il prestigioso premio della città di Tolentino dedicato all'illustrazione nell'anno 2011." (Pier Luigi Berto)

Anastasia Kurakina nasce a Mosca nel 1987. Anastasia è cresciuta in una famiglia d'Artisti: suo padre Sergey, èl'autore dell'icona «Novorusskaya Bogomater». La nonna materna, Olga Kondratieva, fu allieva di V. Veizberg (le cui opere sono presenti nella collezione della Galleria Statale Tret'jakov a Mosca) che a sua volta fu allievo di Giorgio Morandi. Suo zio ha realizzato le principali sculture per il Parco Nazionale Losiny Ostrov a Mosca.Kurakina01-particolareAlla 26° edizione della Biennale Internazionale dell'Umorismo nell'Arte hanno partecipato 594 autori di cui 204 italiani e 390 stranieri. 61 le nazioni rappresentate. 1.295 le opere partecipanti. Primo premio internazionale "Città di Tolentino", vincitore della Biennale, assegnato ad Anastasia Kurakina per l'opera "Il feticcio" con la seguente motivazione: "Parla della condizione dell'artista nel Novecento. Con segno visionario e di vertiginosa esattezza descrive il lavoro della ruota del tempo nell'arte come un perenne riciclo e riutilizzo di oggetti, stilemi e trovate".

Olga Volha Piashko, nata in Bielorussia nel 1981, ha partecipato a diverse mostre collettive, vincendo anche diversi concorsi a livello nazionale, come il premio "Illustrare Manzoni" al Museo d'Arte Costantino Barbella di Chieti. Alcune sue opere si trovano ora esposte al Ministero della Cultura in Bielorussia.
Olga studia lo spazio dell'immagine ispirandosi dalla soggettività visiva. La sua ricerca unisce pittura e scultura. Tagliando la superficie del quadro, trasferisce le sue opere sul piano bidimensionale e permette allo spettatore di avere molteplici punti di vista.

 


 

LE AFFINITA' DELL'OPPOSTOKurakina Piashko-rd
dal 20 giugno al 8 luglio 2013

la mostra personale
di  Anastasia Kurakina e Olga Volha Piashko

a cura di Pier Luigi Berto

 

Per maggiori informazioni:
Centro Russo di Scienza e Cultura
Piazza Benedetto Cairoli, 6 - Roma
Tel.: + 39.06.88816333
Fax: + 39.06.68300982
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
http://ita.rs.gov.ru/
http://www.facebook.com/centrorusso

Last modified on Lunedì 09 Giugno 2014 21:37

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti trovi qui:Home>Eventi>Eventi in Italia>Mostra a Roma "Le affinità dell'opposto" di Olga e Anastasia

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Per maggiori dettagli e informazioni su come disattivare i cookies, leggi la nostre Informativa privacy.

Ho capito, accetto i cookies di questo sito.