nonsolorussia.org

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Prev Next

C'era una volta un cane...e un lupo – un cartone di altri tempi

C'era una volta un cane...e un lupo – un cartone di altri tempi

Immaginate... di camminare per Angarsk, una città russa della Siberia Sudorientale, a 100 km dal lago più profondo del mondo – Baikal.E immaginate... di imbattersi in una bizzarra scultura che raffigura un lupo, tutt'altro che un lupo indipendente e orgoglioso che siamo abituati a vedere nelle rappresentazioni artistiche degli indios, ma un lupo con la pancia grossa, faccia contenta e soddisfatta......

22 Set 2012

Leggi tutto

Io sono un occhio meccanico - il cinema di Dziga Vertov

Io sono un occhio meccanico - il cinema di Dziga Vertov

"Io sono il cineocchio. Io sono un occhio meccanico. Io sono una macchina che vi mostrerà il mondo come solo una macchina può fare. D'ora in poi vi libererò dall'umana immobilità. Io sono in perpetuo movimento. Io posso avvicinarmi alle cose e ritrarmi da esse, scivolare sotto di loro, entrarvi dentro. Io posso muovermi sul muso di un cavallo in corsa, fendere le folle e a gran velocità, guidare i soldati in ...

27 Ott 2011

Leggi tutto

Progetto ecologista italo-russo EARLYBIRD a Venezia

Progetto ecologista italo-russo EARLYBIRD a Venezia

EARLYBIRD PROJECT - Anteprima E' partito il 5 giu...

Eventi

Sabato 22 Ottobre 2011 15:47

La grande fotografia russa in mostra a Roma

Scritto da  Daniela Ciabattini
  • Stampa
  • Aggiungi commento

Se amate la fotografia questi giorni Roma dovrà essere la vostra meta prediletta: ben due fotografi russi sono in mostra nella Città Eterna! Annunciata già all’inizio dell’anno degli scambi interculturali tra Italia e Russia, è finalmente giunta al Palazzo delle Esposizioni la mostra dedicata al grande maestro costruttivista Aleksandr Rodchenko, la quale, attraverso oltre 300 opere tra foto, stampe e fotomontaggi, ripercorre la storia artistica del poliedrico artistica.

Rodchenko-madre-RDLa seconda mostra fotografica è, invece, dedicata a Sergey Yastrzhembskiy, giornalista ed ex diplomatico che da alcuni anni ha deciso di occuparsi alla sua più grande passione: la fotografia; l’Auditorium Parco della Musica di Roma omaggia Yastrzhembskiy con un’esposizione di 50 foto nei foyer delle sale.

 

Rodchenko e Yastrzhembskiy sono due artisti estremamente diversi tra loro, lontani per epoche e per stili, quasi imparagonabili, eppure c’è un qualcosa che li avvicina: lo sperimentalismo nell’arte.

 

Tutti conoscono il grande Aleksandr Rodchenko: artista completo e versatile, si è cimentato in diversi campi artistici, dalla pittura alla grafica, dal cinema al teatro, fino a trovare il suo metodo di espressione privilegiato nella fotografia e nel fotomontaggio; capostipite del movimento artistico del costruttivismo degli anni Venti, ha lasciato un immenso patrimonio di immagini: come non riconoscere la mano del maestro Rodchenko nel ritratto di Lilia Brik o nella pubblicità per la sezione di Leningrado della Casa Editrice di Stato?

 

Dopo le sperimentazioni estreme degli anni Venti, nel decennio successivo, Rodchenko fu costretto a conformarsi all’estetica del Realismo Socialista, tuttavia senza abbandonare del tutto le sue idee artistiche; purtroppo, però, questo non bastò ad assicurarsi la fiducia del potere, tanto che fu espulso dall’Unione degli Artisti ed escluso, di fatto, dalla possibilità di lavorare.

 

Yastrzhembskiy-RDSergey Yastrzhembskiy, classe 1953 è stato ambasciatore della Federazione Russa in Slovacchia e addetto stampa del Presidente Boris Eltsyn, ma da alcuni anni ha lasciato la carriera diplomatica per dedicarsi a tempo pieno alla sua passione più grande, ovvero la fotografia. La mostra di Yastrzhembskiy all’Auditorium si chiama “Aeroimpressionismo”, come la tecnica che usa l’artista per fare le foto: i suoi paesaggi, che siano le grandi distese africane o siberiane o, ancora, le colline toscane, sono fotografate dall’alto.

 

L’essere ripresi da diversi metri d’altezza fa sì che i paesaggi appaiano come un suggestivo insieme di trame e sfumature, dove gli elementi naturali, come colli e fiumi, vanno a formare delle composizioni astratte di grande valore.

 

 

Aleksandr Rodchenko

A cura di Olga Sviblova

11 ottobre 2011 - 8 gennaio 2012

Sede: Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194 –Roma

 

Aeroimpressionismo”, mostra di Sergey Yastrzhembskiy

a cura di Olga Sviblova

Dal 5 al 24 Ottobre 2011

Sede: Auditorium Parco della Musica, Viale Pietro de Coubertin – Roma

Last modified on Sabato 17 Dicembre 2011 23:39

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti trovi qui:Home>Eventi>Eventi in Italia>La grande fotografia russa in mostra a Roma

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Per maggiori dettagli e informazioni su come disattivare i cookies, leggi la nostre Informativa privacy.

Ho capito, accetto i cookies di questo sito.