nonsolorussia.org

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Prev Next

C'era una volta un cane...e un lupo un cartone di altri tempi

C'era una volta un cane...e un lupo  un cartone di altri tempi

Immaginate... di camminare per Angarsk, una citt russa della Siberia Sudorientale, a 100 km dal lago pi profondo del mondo Baikal.E immaginate... di imbattersi in una bizzarra scultura che raffigura un lupo, tutt'altro che un lupo indipendente e orgoglioso che siamo abituati a vedere nelle rappresentazioni artistiche degli indios, ma un lupo con la pancia grossa, faccia contenta e soddisfatta......

22 Set 2012

Leggi tutto

Io sono un occhio meccanico - il cinema di Dziga Vertov

Io sono un occhio meccanico - il cinema di Dziga Vertov

"Io sono il cineocchio. Io sono un occhio meccanico. Io sono una macchina che vi mostrer il mondo come solo una macchina pu fare. D'ora in poi vi liberer dall'umana immobilit. Io sono in perpetuo movimento. Io posso avvicinarmi alle cose e ritrarmi da esse, scivolare sotto di loro, entrarvi dentro. Io posso muovermi sul muso di un cavallo in corsa, fendere le folle e a gran velocit, guidare i soldati in ...

27 Ott 2011

Leggi tutto

Progetto ecologista italo-russo EARLYBIRD a Venezia

Progetto ecologista italo-russo EARLYBIRD a Venezia

EARLYBIRD PROJECT - Anteprima E' partito il 5 giu...

Eventi

Aleksei Venetsianov. Tempo di raccolto: estate, 1820-'29. Galleria Tretyakov, Mosca.

Pubblicato in Opere in evidenza

Nelluniverso artistico a geometria variabile dellAvanguardia russa appare come una visione il maestro assoluto dellarte analitica, lartista che in solitudine elabora ex novo un linguaggio pittorico ancora insuperato, che fa della creazione artistica unesperienza mistica e materialista insieme...

Pubblicato in Cultura viva
Giovedì, 05 Aprile 2012 10:57

Vladislav Shabalin. Paralisi emotiva

Vladislav Shabalin. Paralisi emotiva, 2004. Acrilico, tempera, china su carta. Pezzo unico.

Pubblicato in Opere in evidenza

Avant-gard: termine francese composto, che entra inizialmente nel gergo militare del XII secolo per indicare coloro i quali combattevano in prima linea, agli avamposti. Dal XVI secolo in poi il termine comincia ad essere usato in senso figurato, anche nell'arte e nella letteratura, per indicare una "posizione ideologica, artistica, tecnica molto avanzata".

Pubblicato in Cultura viva
Ti trovi qui:Home>Non Solo Russia

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Per maggiori dettagli e informazioni su come disattivare i cookies, leggi la nostre Informativa privacy.

Ho capito, accetto i cookies di questo sito.