nonsolorussia.org

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Sabato, 02 Febbraio 2013 22:26

Aleksei Venetsianov. Tempo di raccolto - estate

Scritto da 
  • Stampa
  • Email
  • Aggiungi commento
Vota questo articolo
(1 Vota)

Venetzianov-Aleksei-Tempo di Raccolto-Estate Алексей ВенециановAleksei Venetsianov. Tempo di raccolto: estate, 1820-'29. Galleria Tretyakov, Mosca.
Алексей Венецианов, На жатве. Лето. Третьяковская галлерея, Mосква.

 

Aleksei Venetsianov (1780 – 1847) fu un semplice impiegato statale, geometra e disegnatore, che iniziò a dipingere a vent'anni, per hobby. Si trasferì da Mosca a Pietroburgo, dove in breve colmò alcune vaste lacune nella sua formazione artistica.
La vita e la personalità di Venetzianov furono in sintonia con la sua evoluzione artistica. Poco dopo il 1819 acquistò una piccola tenuta nella provincia di Tver, dove trascorse il resto della sua vita.
Si occupava attivamente della vita quotidiana del suo mondo di villaggio, una vita che talvolta minacciava di assorbirlo completamente, escludendo tutto il resto. Più vi si immergeva, più si sforzava di individuare un principio generale nella semplicità della vita rurale: i cicli della natura e l'eterna unità di uomo e natura.
Una volta stabilitosi in campagna, Venetsianov iniziò a dipingere soggetti tratti dalla vita contadina. Le sue opere migliori risalgono agli anni '20 e comprendono: Tempo di raccolto: estate (1820-'29), L'aia (1821), Pastorello dormiente (1823-'26), Aratura primaverile.

La sua immaginazione trasformò il suo mondo di villaggio in un piccolo prototipo dell'universo e l'uomo in un portavoce della razza umana. Venetsianov ambiva a descrivere l'essenza della vita, e nel suo villaggio trovò tutto quello di cui aveva bisogno per realizzare questa ambizione.

L'unicità della sua arte dipende proprio da questo desiderio, che determinò le sue tecniche compositive e la sua trattazione di luce e colore, influenzando allo stesso tempo la scelta dei temi, ivi compresi i suoi soggetti umani ed il modo in cui essi si comportavano, si muovevano, gesticolavano. I suoi motivi esprimono gli elementi più semplici dell'attività umana: i suoi personaggi lavorano, riposano e dormono; le madri allattano i loro bambini; le ragazzine danno da mangiare alle bestie; i bambini sono assorti nei loro giochi.

Non dipinse mai paesaggi puri, perché era incapace di concepire la natura come separata dall'uomo.
Venetsianov sceglie la manifestazione più perfetta della natura, quella che più puramente esprime la sua bellezza. Non va in cerca di complesse trasformazioni della natura. Ama l'estate, il giorno, il sole ed il cielo sereno; ignora tramonti, vento e tempesta.

E' felice quando la natura tace; tutti i suoi quadri sono in effetti silenziosi. La bellezza della natura si rivela al meglio nel silenzio, perché nella natura non dovrebbero esserci elementi di cambiamento: dovrebbe apparirci rivelando soltanto le sue migliori qualità.

 

Fonte: D.V. Sarabianov, Arte russa, Milano, Rizzoli, 1990

 

 

Letto 2914 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti trovi qui:Home>Opere in evidenza>Aleksei Venetsianov. Tempo di raccolto - estate

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Per maggiori dettagli e informazioni su come disattivare i cookies, leggi la nostre Informativa privacy.

Ho capito, accetto i cookies di questo sito.